GLI ANTICHI FRUTTI D’ITALIA SI INCONTRANO A PENNABILLI  IX EDIZIONE

26 - 27 Settembre 2020

Si replica ogni anno l'ultimo fine settimana di settembre, la manifestazione ideata dal mestro Tonino Guerra e dedicata agli Antichi Frutti giunta, quest'anno, alla XIII edizione dal titolo suggestivo "GLI ANTICHI FRUTTI D’ITALIA SI INCONTRANO A PENNABILLI".
Nel centro storico dell'antico borgo in Valmarecchia, il 26 e 27 settembre 2020 avranno luogo mostre tematiche, convegni ed incontri culturali su temi come agricoltura, antichi frutti e biodiversità. Il pubblico sarà allietato inoltre da spettacoli di folklore romagnolo e musica popolare dal mondo.

Sarà protagonista dell'evento il mercato dei Frutti Dimenticati, dei prodotti eno-gastronomici regionali e locali e dell Artigianato Qualificato. Banchi colmi d'infiniti generi e ricchezze naturali: cesti di pomodori, uva, patate e granoturco, fagioli e peperoncino, varietà d'oggi, ma soprattutto d'un tempo lontano, perchè, come sosteneva il poeta Tonino Guerra, “andando avanti è bene se ogni tanto ci voltiamo indietro, perché il passato ci aiuta".

Esposizioni, dibattiti e rappresentazioni si terranno nei luoghi suggestivi del borgo medievale di Pennabilli, dall’Orto dei Frutti Dimenticati, alla sede dell’Associazione Tonino Guerra, alla trecentesca Chiesa della Misericordia o sulla rocca del Guasto Malatestiano, sede dell'antico Castello di Penna nell'antica regione del Montefeltro.

Anche quest’anno, nel corso delle due giornate, gli adulti potranno partecipare a laboratori di artigianato, naturalistici o di cucina, mentre i bambini potranno esplorare attività creative gratuite.


"Vi aspettiamo per regalarvi i sapori dell’infanzia" (Tonino Guerra)

Sagra del Tartufo
Sant'Agata Feltria - domenica 4, 11, 18 e 25 Ottobre 2020

Grande fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato a Sant'Agata Feltria (provincia di Rimini) nelle domeniche di Ottobre nel massimo rispetto delle normative vigenti in materia di COVID 19.


La Fiera propone la valorizzazione di prodotti tipici, selezionando le eccellenze, primo fra tutti il tartufo bianco pregiato. Direttamente dal nostro territorio, dal suo habitat naturale, i boschi, il prezioso tubero si trasforma in cucina per realizzare piatti di alto valore gastronomico, che sprigionano inebrianti aromi ben lontani dalla globalizzazione che spesso ci travolge, per salvaguardare l'integrità del nostro ambiente.

Nelle domeniche di ottobre S. Agata si trasforma in un luogo dove immergersi in un'atmosfera suggestiva e profumata, passeggiare nelle vie e nelle piazze ad ammirare le numerose tipicità presenti nella manifestazione. Il giro di vino che porta in scena aziende vitivinicole rappresentative,la gara dei cani da tartufo, per conoscere dal vivo l'entusiasmante momento della ricerca del prezioso tubero in compagnia del cane fedele.

La visita al paese è anche l'occasione per ammirare gli antichi monumenti di alto valore architettonico: il Teatro Angelo Mariani, Rocca Fregoso, il Convento di San Girolamo, le fontane d'arte.

Ogni domenica la manifestazione si arricchisce di spettacoli itineranti, musiche, animazioni, mostre.


Mercatini di Natale il paese di Natale Sant'Agata Feltria  6 - 7 - 8 - 13 - 20 dicembre 2020

Durante il mese di dicembre, nei giorni festivi che precedono il Natale, si svolge a Sant’Agata Feltria la fiera nazionale “Il Paese del Natale”. La manifestazione, che è diventata l’appuntamento d’inverno più importante del centro Italia per gli appassionati di mercatini natalizi, richiama migliaia di visitatori che vi giungono da ogni dove. Nell’ampia esposizione vengono proposte idee regalo, oggetti di artigianato artistico e decori di gusto raffinato, il tutto avvolto in un’atmosfera ricca di fascino e di antiche tradizioni.

I visitatori percorrendo le strade e le piazze, possono ascoltare il suono dolce e caratteristico delle zampogne ed ammirare nel contempo gli incantevoli presepi artigianali diffusamente esposti e gli artistici diorami d’autore, parte del percorso “A Riveder le Stelle”.

Nella piazza del mercato è allestita la “Casa di Babbo Natale”, non lontano dalla quale c’è la dimora degli “Elfi”; attorno a queste vengono organizzati eventi, particolarmente destinati ai bambini delle scuole primarie. Sul fianco della Casa di Babbo Natale, naturalmente, è posto il recinto delle renne prescelte al traino della meravigliosa slitta, qui giunte dalla lontana Lapponia. I pazienti animali, dopo il lungo viaggio riposano in attesa che, calate le ombre della sera, cinte nei dorati finimenti, possano riprendere il lungo viaggio. Proprio qui i bambini vivono il loro momento magico, ed in attesa di vedere realizzati i più desiderati sogni, si avvicinano stupiti per consegnare la lettera al segretario di Babbo Natale, il quale, sempre presente, è pronto ad ascoltare ed accogliere i loro desideri.

Durante lo svolgimento della manifestazione vengono presentati spettacoli legati alle più antiche tradizioni: Zampognari, band di Babbo Natale e musiche natalizie creano un’atmosfera di soffusa dolcezza ed antichi ricordi.
Nella occasione la gastronomia viene proposta con la riscoperta dei piatti della locale tradizione, quella più tipica e caratteristica del periodo natalizio. I ristoranti, le trattorie e le locande presentano in quei giorni un affermato percorso gastronomico denominato “I Piatti dell’Avvento”, preparato nel rispetto degli usi e delle tradizioni del Natale Santagatese. Le appetitose vivande possono essere degustate anche nell’accogliente padiglione della “Mangiatoia”, un ampio stand coperto e riscaldato posto all’interno dell’area fieristica.